(senza titolo)

Guardavo il  tuo viso scarno

sotto due occhi stanchi,

le mani che sollevavano

una ciocca di capelli bianchi;

gli occhiali appoggiati sul naso

la collana che avevi da anni,

l’anello che mai ti sei tolta dal dito.

Guardavo, mentre tacevi,

le rughe sulla tua fronte

ricordandoti giovane e allegra.

Ripensavo ai tuoi problemi,

alla tua vita passata

e mi sentivo triste della mia età.

Quella senza la quale saresti ancora giovane e spensierata,

quella senza la quale non saresti stata mamma.

E in quel mentre incontravo i tuoi occhi

sorpresi del mio interessamento.

E il tuo sorriso di sempre

ti dava uno sguardo sereno.

 

(30 gennaio 1986)

Da ‘na strada ‘n dù (Una strada in due)

 

Un pensiero su “(senza titolo)

  1. METINA, un capolavoro ||| Una storia vera, di una famiglia nelle due guerre mondiali.
    Comprende,quindi,AMORE,STORIA,VITA VISSUTA, DOLORE SENZA PIAGNISTEI, LA VOGLIA di Risorgere e Soprattutto di Vivere.
    La Storia c’è, il Libro anche, ci vorrebbe farne un film per far vedere e capire a tanta gente giovane o meno , cosa è la GUERRA. Senza pensare sia solo fantasia. WILLEM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.