Un rosseggiare perennemente interrotto di Claudio Maria Pegorari

Ombre e colori di Ulrico Rondi

Invisibili donne visibili di Rosetta Zampedrini e Felice Bianchetti

Luci ed ombre di Cesare Giannoni

Passo dopo passo di Cesare Giannoni

Di fronte allo specchio di Cesare Giannoni

La mia anima parla di Adriana Zagnagnoli

La debolezza delle pietre di Adriana Zagnagnoli

Silendo Loquor di Adriana Zagnagnoli

Brani d’alba di Gigliola Franzolini

Finestra nel cielo di Gigliola Franzolini

Le Favole di Alba Pioletti

In principio era Biancaneve di Gian Luca Mario Loncrini

Il pane e i pesci di Claudio Sottocornola

Annunci

Beata Maria Domenica Mantovani, agiografia, San Paolo, Cinisello Balsamo, 2003

Beato Giuseppe Nascimbeni, agiografia, San Paolo, Cinisello Balsamo, 2003

‘na strada ‘n dù (Una strada in due), Alessia Biasiolo e Renato Hagman, poesie, Tipolitografia S. Eustacchio, Brescia, 2004

Poesie in cornice, raccolta antologica, Tipolitografia S. Eustacchio, Capriano del Colle, 2004

Una Casa, una Storia, ricerca storica, Tipolitografia S. Eustacchio, Capriano del Colle, 2004

I racconti di ABI, racconti, stampato in proprio, 2005

Maestri di scuola, raccolta antologica, Accademia della Realtà Scuola di Pittura Angelo Fiessi Atelier Dino Decca, Flero, 2005

Metina. Un mistero in Franciacorta, Alessia Biasiolo e Renato Hagman, romanzo storico, Edizioni Clanto, Capriano del Colle, 2005

La Leonessa. Città di Brescia (a cura di), antologia, IX Circoscrizione Centro Storico di Brescia, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006

Padenghe. Tra lago e castello (a cura di), antologia, Comune di Padenghe del Garda, 2005

Versi distillati (a cura di), antologia, Edizioni Clanto, Capriano del Colle, 2005

Anemocoro (a cura di), antologia, 2006

Ricette di Casa (a cura di), 2006

Ecce Homo. E voi, chi dite che io sia? (a cura di), Edizioni Clanto, Capriano del Colle, 2007

Voglia di Scrivere? , Edizioni Clanto, Capriano del Colle, 2007

Sinecìa. Dentro ed oltre i confini (a cura di), antologia, 2007

CONOSCIAMOCI! un progetto (coordinamento), agenzia Formativa “don Angelo Tedoldi”, Lumezzane, 2007

Interpreti del Territorio (a cura di, in collaborazione con Renato Hagman, fotografie di Ennio Rassiotti), antologia, 2008

Barricate e Battaglie. Vita a Brescia negli anni dell’Indipendenza Italiana Comune di Brescia, 2009

L’Emozione dell’Unità. Analisi di un fenomeno sociale a Brescia, ArTi edizioni, Brescia, 2011

Protagonisti del Territorio

Interpreti del Territorio

Motus. La costruzione dell’Italia Unita

Ivo Compagnoni

Strade lastricate di arcobaleni (a cura di), poesie di Renato Hagman, ArTi edizioni, Brescia, 2012

“Alessia Biasiolo, scrittrice, poetessa, giornalista, astro affermato del firmamento letterario, ha pubblicato in questi giorni un nuovo, affascinante romanzo: “Metina. Un mistero in Franciacorta”, Edizioni Clanto. È un’opera delicata e profonda nel contempo. Un filo sottile, misterioso, avviluppa questa saga familiare di un ridente territorio della provincia di Brescia, a tutti ben noto e caro. La narrazione comprende anche fatti storici rilevanti, di cui i giovani hanno solo sentito parlare, ma che tanti hanno direttamente e dolorosamente vissuto. La scrittrice, pur essendo molto giovane, risveglia nell’attento lettore, esperienze, modi di vita, sentimenti e ricordi sopiti e vi riesce appieno perché ha saputo compenetrarsi in altre epoche e in quei lontani avvenimenti che “ci hanno reso uomini”.

… “Il romanzo sprigiona un magnetismo che ci attrae, ci spinge a leggere e poi ancora e ancora, dandoci sempre di più.” (Maria Antonietta Pepe)

“… la scrittura chiara, icastica, accattivante. La scrittura che concorre a livelli alti di chiarezza espressiva e di contenuto, una forma espressiva che, secondo il nostro parere, può essere posta sui lidi alti della nostra narrativa.” (Salvatore Arcidiacono)

“Scrittrice meticolosa ed avvincente, nel suo romanzo “Metina. Un mistero in Franciacorta”… riesce a trasportarti dapprima nell’ambiente, a farti respirare l’aria dei luoghi che descrive, a farti vivere le emozioni, gli stati d’animo, le situazioni dei personaggi che prendono forma, si agitano, amano, gioiscono, soffrono nella vicenda…” (Carlo Castellani).

“… Alessia Biasiolo, graziosa e dolce donna, pensosa e riservata, che si esprime in una lingua affatto ermetica, lingua lucida e chiara, aristocratica come il suo sguardo, solo talvolta adombrato da ricordi più o meno felici…” (Iris Mario Perin).

“La Biasiolo viaggiatrice ha punti di contatto con la “travel literature” in quanto sa appropriarsi di antiche radici, usi, costumi, tradizioni e ne fa paradigma di analisi stimolando la memoria e l’immaginazione…” (Salvatore Arcidiacono).

“La Biasiolo ha le malinconie e le fantasie forse pure dell’età più giovane, in cui l’influsso di poeti moderni è più sensibile: …lo si vede dalla tessitura dei versi, che nella poetessa sono liberi e talvolta alogici e fantastici… La Biasiolo, pur fra qualche pena: la mamma che invecchia, la “nostalgia/ della tenerezza paterna”, il vagare “di memoria in memoria/ cercando errori inesistenti”, trova pace “Passeggiando” per le “Strade antiche/ pensosi lampioni/ parole di selciato” di Brescia o proiettando sul paesaggio i suoi giochi di fantasia come “I colori dei Ronchi”.
Teme la solitudine, ma in complesso esprime una sicura volontà di vivere: “e so/ di avere dentro/ la vita/ e la voglia/ di viverla/ tenendomi per mano”.
Alle volte la fantasia si spinge fino all’azzardo, come in questi versi: “basta una mano per sollevarti/ una mano per affossarti/ un click del pensiero/ per non essere più tua”, dove si può rasentare una consapevole solitudine assoluta che non impaurisce l’autrice, se non, forse, la esalta…” (Franco Caredda).

And then all is ended

And then all is ended.

Silence lowers from the terraces,

granny listens no more screams

and is left alone,

in the middle of the empty green,

and of memories;

glory escapes from eyes,

enthusiasm is hauled down with the flags,

crumpled papers burn in the fireplace,

make champions and victories useless.

You continue to be

and still try to live

and love the fresh air

that frees fantasies

and you breath the time

that, unpretentions, makes you a champion.